GIOVANNI PAOLO II, IL DEBITO E LA GRECIA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

GIOVANNI PAOLO II, IL DEBITO E LA GRECIA

Messaggio  Admin il Lun Feb 13, 2012 10:55 pm

Non abbiamo mai nascosto la nostra scarsa simpatia per quel gigante della storia contemporanea che fu il papa Giovanni Paolo II. Di questa nostra avversione emotiva abbiamo lasciato qualche traccia anche in questo forum: si veda http://vivaibidelli.forumattivo.com/t439-giovanni-paolo-ii e
http://vivaibidelli.forumattivo.com/t31-karol-e-gianfranco .
Ma un gigante è un gigante, e non lo sarebbe per cose di poco conto.
Sul piano politico e sociale papa Wojtyla fu senza dubbio alcuno una figura luminosa ed illuminante; si veda anche l'atteggiamento che assunse, e fece assumere al mondo cattolico di allora, a proposito del debito pubblico dei paesi poveri.
Si veda: http://www.repubblica.it/online/cronaca/primomaggio/messa/messa.html
ed in particolare:
"Mai le nuove realtà che investono con forza il processo produttivo, quali la globalizzazione della finanza, dei commerci e del lavoro devono violare la dignità e la centralità della persona umana, né la libertà e la democrazia dei popoli".

Il grande limite del compianto-rimpianto-venerato papa di cui trattiamo fu quello di essere “troppo bello da vedere”, e di costruire il suo ascendente (o potere) sulle masse, sulla propria bella immagine e sulla capacità di offrire la medesima immagine, tramite i media, all' ammirazione dei seguaci e del mondo intero [questa tesi tentammo di sviluppare nel topic “Karol e Gianfranco”, già richiamato]. L' attenzione del pubblico si perdeva quindi tutta in contemplazione estetica, in una sorta di di dipendenza ipnotica nei confronti del grande maschio leader. E nessuno (o molto pochi) badava più a quello che questo papa diceva, ai contenuti dei suoi messaggi, che tante volte erano molto alti. Succede quindi ancor oggi che autorevolissimi economisti, i quali si definiscono cattolici e liberali, dimostrino di ignorare totalmente pensieri come quello sopra riportato.
E succede anche che venga lasciato affogare nella disperazione, nella violenza e nella miseria il popolo greco senza che nessuna autorevole voce cattolica si levi a reclamare “CANCELLIAMO QUEL DEBITO!
O RIDUCIAMOLO ALMENO!!!”

Admin
Admin

Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 10.07.09

Vedere il profilo dell'utente http://vivaibidelli.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum