Ballarò fa rizzare i capelli agli italiani: il patto fiscale europeo e la povera Italia

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Ballarò fa rizzare i capelli agli italiani: il patto fiscale europeo e la povera Italia

Messaggio  italiota il Mer Feb 01, 2012 11:54 pm

Allucinante: i paesi che hanno un debito pubblico che va oltre il 60% del PIL
dovranno “tagliare” il debito, ovvero ridurre la parte eccedente, di un ventesimo per ogni anno.
Questo significa per l'Italia dover effettuare delle manovre per 40 o 50 miliardi l'anno................................

A me è venuto alla mente il racconto che mi fece una amica, psicoanalista affermata. Mi parlò di un caso in cui il paziente, per motivazioni interiori necessitanti, portava nella vita dei pesi superiori alle proprie forze. Non poteva accettare di deporre questo fardello, per motivi di orgoglio, di richiesta imperiosa del “super-io” (o coscienza morale introiettata), e di condizionamento operato dall'esterno da una opinione pubblica ignorante, grossolana e facile alla condanna.

Non accettando di scaricare il proprio fardello, il soggetto in questione era incamminato verso l'esaurimento, un esaurimento che inconsciamente lui stesso perseguiva. Perché se avesse avuto un crollo di salute sarebbe stato giustificato, agli occhi di se stesso e del mondo, nell'abbandono di quell'impegno per lui impossibile da sostenere: un ammalato infatti ha il diritto-dovere di riposare.

Tutto lo sforzo delle mia amica terapeuta era innanzitutto incentrato sul tentativo di far capire al paziente che questi stava perseguendo inconsciamente il proprio crollo, per liberarsi da un impegno troppo gravoso. SE IL RISULTATO SAREBBE STATO COMUNQUE QUELLO DI ABBANDONARE L'IMPEGNO, NON ERA MEGLIO EVITARE L'ESAURIMENTO, RITIRANDOSI PRIMA?

MUTATIS MUTANDIS: Alle condizioni prefigurate, ricordate più sopra, l'Italia non può farcela. Se deve crollare dopo diverse altre manovre finanziarie massacranti per il popolo, non conviene da subito ABBANDONARE L'IMPEGNO? Si tratterebbe di abbandonare l'Europa dei banchieri, di non pagare il debito (come propugnano gli indignati italiani), di osare il “default”. Nella peggiore delle ipotesi futuribili, avremmo qualche anno durissimo, ma guadagneremmo tempo. Tempo per la ripresa. Ripresa probabile, perché il nostro popolo è una “pellaccia” che non muore mai. O che risorge sempre.

italiota

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ballarò fa rizzare i capelli agli italiani: il patto fiscale europeo e la povera Italia

Messaggio  italiota il Dom Feb 05, 2012 7:56 pm

Nella stessa puntata di "Ballarò", un altro grande pregio: hanno fatto capolino per la prima volta, sia pure in un modo ancora parentetico, timido e sommesso, la tematica della DECRESCITA ed il pensiero di SERGE LATOUCHE. Con tanti autorevoli criminali che parlano solo della crescita, e la rappresentano ed impongono come necessità alla pubblica opinione ed al sentire comune, è già qualcosa...

italiota

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La "crescita" (dei pomodori e delle patate)

Messaggio  Franz il Lun Feb 06, 2012 12:19 am

Carissimo, sfidando il rischio di apparire monomaniacale circa l'autore dei brani che linko su questo forum, segnalo questo articolo, il cui argomento è fin troppo attinente.

(All'indirizzo
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/05/riflessioni-attorno-alla-nevicata-2/189240/ )

Franz

Messaggi : 32
Data d'iscrizione : 26.07.09

Vedere il profilo dell'utente http://www.franz-blog.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Ballarò fa rizzare i capelli agli italiani: il patto fiscale europeo e la povera Italia

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum