Marchionne: Fiat fuori da Confindustria.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Marchionne: Fiat fuori da Confindustria.

Messaggio  italiota il Mar Ott 04, 2011 12:27 am

Si veda:
http://www.ilsole24ore.com/art/economia/2011-10-03/marchionne-ribadisce-intenzione-uscire-085603.shtml?uuid=AaZqbW9D

Coloro che scrutano con ottimismo l 'attuale situazione economica e finanziaria italiana amano ricordare come il nostro popolo, nelle difficoltà più drammatiche, nei momenti più difficili della sua storia, abbia sempre sempre saputo "fare quadrato", superare ogni crisi ritrovando una coesione strordinaria ed una sorta di agonismo epico. Si ricorda in quest' ottica la ricostruzione negli anni '50, la crisi dell' austerity, quella degli anni di piombo...ma si dimentica una differenza fondamentale: nelle crisi precedenti tutte le forze che contavano erano unite per fronteggiare l' emergenza, ed inventavano formule e pratiche collaborative mai viste prima: si pensi all' unità nazionale, alla concertazione con i sindacati...oggi invece abbiamo degli anti-italiani come Bossi in posizione chiave di governo, e come Marchionne in posizione chiave nell' industria. MA VI SEMBRA IL MOMENTO DI DIVIDERCI AL FRONTE??? Anche se investe in Italia, Marchionne è un vero anti-italiano, noi siamo soltanto dei dilettanti (alludo a noi italioti, che siamo stati accusati di questo atteggiamento o sentimento o comportamento)!

italiota

Messaggi : 80
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L' ultimo schiaffo di Marchionne

Messaggio  Admin il Mar Nov 22, 2011 10:24 am

"L'ultimo schiaffo di Marchionne: Fiat contro Monti".

"Una decisione scontata ed attesa, ma non per questo meno storica e carica di conseguenze. Come per l’addio a Confindustria del 3 ottobre, Fiat annuncia la disdetta «da tutti i contratti e accordi collettivi aziendali e territoriali vigenti» con una letterina stringata (questa volta 15 righe firmate dal Responsabile delle relazioni industriali Giorgio Giva) inviata ai sindacati. Si tratta dunque della volontà del Lingotto di estendere alle altre fabbriche italiane il cosiddetto modello Pomigliano".
..........................................................................................................................
Per Di Pietro: «la Fiat chiude il cerchio, annunciando di fatto l'abbandono del nostro Paese, individuando nei lavoratori il capro espiatorio».
(Per Italiota: COME VOLEVASI DIMOSTRARE).

Si veda:
http://www.unita.it/italia/l-ultimo-schiaffo-di-marchionne-fiat-contro-monti-1.355034

Admin
Admin

Messaggi : 785
Data d'iscrizione : 10.07.09

Vedere il profilo dell'utente http://vivaibidelli.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum