I "FANCAZZISTI" DEL SINDACATO

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I "FANCAZZISTI" DEL SINDACATO

Messaggio  Franco D'Emilio il Lun Ott 03, 2011 4:32 pm

E' successo pochi giorni fa.
Dopo cinque ore estenuanti, logorroiche un lungo incontro tra Organizzazioni Sindacali Territoriali e Pubblica Amministrazione si è concluso senza alcun risultato: nè un accordo nè una proposta su cui riflettere quale possibile punto d'intesa.
Erano in ballo problemi molto sentiti dai lavoratori: la corresponsione del salario accessorio, ormai effettuata con cronico ritardo, la programmazione finalizzata del lavoro straordinario, oggi utilizzato sempre più per attività ordinarie, l'istituzione di una commissione paritetica sulla salute e la prevenzione del rischio dei lavoratori, la revisione di alcuni profili professionali, infine il contenimento del ricorso, eccessivo e sin troppo disinvolto, alla flessibilità d'impiego, stravolgendo così mansionario e diritti.
Ben 10 Sindacati siedevano a quel tavolo contrattuale: dalla troika CGIL, CISL, UIL alla schiera, nondimeno agguerrita, del sindacalismo autonomo e radicale.
Sui problemi in discussione ciascuna sigla sindacale rivendicava il ruolo particolare, essenziale, pure condizionante della propria azione, così, alla fine, nessuna si è addentrata nella discussione dei temi concretamente rivendicati dai lavoratori.
Eppure, era innanzitutto un incontro di contrattazione, quindi un momento di grande importanza per assumere decisioni che sui problemi dei lavoratori di un territorio possono addirittura avere forza vincolante di legge. In un momento politico, come quello attuale, nel quale si tendono a ridurre, chiudere gli spazi contrattuali ed espressivi del mondo del lavoro, mi è parsa davvero una grave prova di irresponsabilità non utilizzare appieno e concretamente lo strumento dell'intesa per contratto tra datore di lavoro e sindacati.
Quest'ultimi, attraverso la rappresentatività su delega, devono prefiggersi di difendere gli interessi attuali e futuri dei lavoratori attraverso quattro strumenti fondamentali: tutela, informazione, rivendicazione e contrattazione; invece, l'altro giorno, a quel tavolo pareva d'assistere ad un litigio tra comari sindacali sotto lo sguardo perplesso della controparte.
Insomma, una situazione surreale che suscitava la sconsolata conclusione che a quel tavolo le OO.SS., come recita una battuta romagnola, stessero facendo "le pugnette ai grilli" oppure, secondo un detto diffuso nel nostro settentrione, si dilettassero a fare del "fancazzismo" ovvero a blaterare su argomenti fuori dagli interessi reali dei lavoratori, quindi a non concludere niente di positivo, pur dando alla loro vacua discussione il valore di una disputa interessante.
Che desolazione!
Mi sono vergognato di sedere a quel tavolo, di confondermi con quell'assise polemica, anche litigiosa, e di sentirmi sempre più sopraffatto dal pensiero cosa mai, l'indomani, avessi riferito ai lavoratori in attesa di nuove sulle loro problematiche.
Ho riferito la verità, consapevole come l'odierna antipolitica, così giustamente diffusa, debba comprendere pure le degenerazioni sindacali.
Non potevo dimenticare che tutti i sindacalisti, presenti a quella riunione, godevano di permessi sindacali o, addirittura, di distacco al sindacato, comunque erano assenti dal loro posto di lavoro per curare gli interessi dei lavoratori; nè potevo dimenticare che buona parte di quei sindacalisti continuavano a percepire lo stipendio dalla Pubblica Amministrazione e, lo integravano con un compenso forfettario o fisso mensile, molto spesso "al nero", corrisposto loro dal proprio sindacato; tantomeno potevo dimenticare che ciascun sindacalista, me compreso, attraverso la rappresentanza elettiva è legato da un rapporto fiduciario ad ogni lavoratore, suo elettore.
Quest'ultimo è un legame di fiducia, credibilità, onestà politica e impegno: l'altro giorno il tradimento mi è apparso in tutta la sua triste verità.

Franco D'Emilio

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 20.08.11

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum