La lega e il blocco navale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La lega e il blocco navale

Messaggio  Davide Selis il Dom Mag 01, 2011 7:11 pm

Sembra ormai inevitabile la proposta in Parlamento del blocco navale "a difesa dei nostri confini" dall'immigrazione clandestina; sarà una delle mozioni che la lega vuole proporre al parlamento la prossima settimana, ed imporre a Berlusconi.
La penso e la esprimo da perfetto ignorante, ed attendo con speranza che qualcuno più preparato mi corregga: Che cosa comporterebbe in questo caso un blocco navale? Immagino le navi da guerra italiane che intimano ad un barcone di disperati di tornare indietro. I disperati, proprio perché tali, ritengono di non aver nulla da perdere, e continuano ad avanzare verso le coste italiane, incuranti del divieto. A questo punto le navi italiane non possono fare altro che sparare ed affondare il barcone "pirata", per fare rispettare il divieto e non vanificare nel ridicolo il "blocco navale". Il barcone affonda e i disperati si buttano in mare. A questo punto, se i marinai italiani raccolgono questi disperati-profughi-naufraghi, li devono poi portare a terra, sul nostro suolo, vanificando nel ridicolo la propria missione, ovvero il blocco navale. Non resta altro da fare alla nostra marina che lasciare annegare i disperati-profughi-naufraghi, dopo aver affondato la loro imbarcazione.

Davide Selis

Messaggi : 86
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum