La manifestazione femminile del 13-2-2011: sguardo retrospettivo

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La manifestazione femminile del 13-2-2011: sguardo retrospettivo

Messaggio  Admin il Ven Feb 18, 2011 7:06 pm

Il blogger Franz, che è il più vicino a noi bidelli tra tutti coloro che comunicano in rete, ha commentato l'evento in oggetto qualche giorno dopo (http://franzblog2.wordpress.com/2011/02/16/quando-le-donne-scesero-in-piazza/), quando già si erano esaurite l' "onda emozionale" e la rappresentazione sociale della manifestazione. Attribuisce Franz una particolare valenza al suo essere commentatore "fuori sincrono" rispetto ai fatti, particolarmente in questo caso. Noi, che siamo meno acuti ma più filosofi di lui, possiamo prendercela ancora più comoda, soprattutto quando siamo impegnati su diversi fronti telematici, per cause importanti.

Non abbiamo ancora deciso se condividere le impressionanti conclusioni di Franz: "la manifestazione di domenica avrà effetti epocali, sono convinto. Perché in piazza, questa volta, c’erano tante persone che di solito non partecipano ad alcuna manifestazione, che sono state investite da questa corrente di rinnovamento e a loro volta la ritrasmetteranno, con un’efficacia addirittura più forte delle menzogne di regime che continua a diffondere la televisione.
Ed erano donne, con la loro modalità di comunicare così diversa da quella, prettamente razionale e logica, di noi uomini. Una modalità istintiva, sensoriale, emozionale, e per questo più forte, come più forti sono biologicamente le donne.

L’ “Utilizzatore finale”, imponendo il suo mondo televisivo ad un pubblico di sprovveduti, ma soprattutto di sprovvedute, ha potuto imporre il devastante governo dei suoi personali interessi per quasi vent’anni.
Un popolo di donne consapevoli sta per riscattare l’intera nazione".

Di sicuro condividiamo un commento espresso da Franz nel suo lungo reportage: il nuovo movimento femminista ha solo qualche punta di aggressività stridente, nei confronti dell'uomo. E' un movimento maturo, nella massa che lo incarna, un movimento gioioso e pacifico, che porta avanti ideali universali, principi e valori proponibili a tutti. E' un movimento coinvolgente ed affascinante per tutti gli uomini di buona volontà, soprattutto se progressisti.

Quanta strada è stata fatta dall'isterismo femminista di ieri! Da quella carica di intolleranza e di violenza! Da quella negazione, ideologica e di fatto, della meravigliosa istintualità femminile! Chissà dove sono finite le belve di ieri, le pupe meccaniche attaccabrighe! Messe in minoranza ed emarginate, oppure sono cambiate?

.

Admin
Admin

Messaggi : 786
Data d'iscrizione : 10.07.09

Vedere il profilo dell'utente http://vivaibidelli.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum