Vacanze in Italia, vacanze in Romagna.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Vacanze in Italia, vacanze in Romagna.

Messaggio  Admin il Lun Ago 10, 2009 9:26 pm

Da alcuni anni il turismo estivo nel nostro Paese è in flessione. Francesco Rutelli, quando era ministro dei BENI CULTURALI tentò di interpretare questo fenomeno, e di trovare dei rimedi al declino delle nostre località di villeggiatura e turismo di massa. Si veda http://www.repubblica.it/2006/07/sezioni/cronaca/turisti-protagonisti/turisti-protagonisti/turisti-protagonisti.html.


Entrò in polemica con lui un povero italiota, nel vecchio forum CPL.
L'italiota non aveva sopportato queste frasi: "Ma perchè tutto questo? Come è potuto accadere che uno dei punti forti della nostra economia mostri una flessione così significativa? "Abbiamo peccato di presunzione" spiega Rutelli. In pratica si è dato per scontato che le sole bellezze italiche bastassero. E invece ci si è accorti che non è così. Troppe le carenze, come la minore capacità, rispetto ai paesi concorrenti, di incontrare l'intera gamma della domanda, da quella più esigente a quella dei giovani in sacco a pelo.".


Così replicò il nostro italiota:
"Re: Campagna per il Turismo.

Rutelli, che bei segnali stai dando!
A proposito di meritocrazia : dichiari alla stampa che la causa della flessione italiana è dovuta all'eccessiva confidenza nelle cose belle d'Italia, a discapito del fattore organizzativo...ma ci sei o ci fai? Ma veramente non lo sai che il primato italiano si è retto per decenni sulle spalle della sola Romagna? Ma veramente ignori il fenomeno Rimini (che è anche Riccione, Viserba, Cesenatico, Bellaria...)?

Devo dirtelo io, che non sono un politico, che lo storico del futuro dovrà spiegare come fecero i romagnoli a vendere una spiaggia monotona, priva di insenature, di variazioni paesaggistiche, come fecero i romagnoli che non hanno tesori d'arte vicini alle spiagge (se si eccettua la città di Ravenna, e se si condivide con me che il Tempio Malatestiano è davvero brutto), che hanno un mare torbido, grigio, vomitevole, a reggere e battere addirittura, per tanto tempo, la concorrenza di Grecia, Spagna, Jugoslavia nonchè del meridione italiano, tutti luoghi nei quali la natura e la storia erano state ben più generose?

Come fecero i romagnoli a vincere per decenni una sfida impossibile, senza aiuti romani? Come fecero? Quali le cause del fenomeno, del suo lungo perdurare, ed infine del suo declino? Come puoi dire che non accoglievano ogni sacca di utenza, dal sacco a pelo agli snob? Sei mai stato a Rimini?

Stai oltraggiando una popolazione che io non amo particolarmente, ma il cui sacrificio ha giovato a tutti gli italiani. Rimini, negli anni d'oro, faceva 125000 abitanti d'inverno e 1500000 d'estate. E non è mai scoppiata nessuna epidemia nè alcuna grave violenza. Sindaco di Roma, grande amministratore, ti sembrano irrilevanti questi dati?


Allora studia Porto Cervo, Cortina, Palermo, Gallipoli...
Se da te deve venire la meritocrazia, cioè il dovuto riconoscimento, c'è da scappare....".

Admin
Admin

Messaggi : 786
Data d'iscrizione : 10.07.09

Vedi il profilo dell'utente http://vivaibidelli.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum