Strage di Bologna, trentennale senza ministri

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Strage di Bologna, trentennale senza ministri

Messaggio  Admin il Dom Ago 01, 2010 3:49 pm

«Il governo dà uno schiaffo alla memoria delle 85 vittime della strage di Bologna e ai loro familiari», ha commentato in una nota il portavoce di Italia dei valori, Leoluca Orlando. «È ignobile il fatto che nessun ministro e vice ministro sarà presente a Bologna. In trent'anni non è mai accaduto. Continuiamo a batterci per demolire questo muro di gomma che impedisce di accertare tutte le responsabilità per una strage che ha provocato moltissime vittime innocenti».

Sono parole di Leoluca Orlando, che facciamo nostre. Ed aggiungiamo: senz'altro ci sarebbero stati i fischi, ma un vero governante in certi casi si va a prendere anche gli sputi e perfino i bulloni (che non vi sarebbero stati), pur di essere vicino alla popolazione ferita.
Per leggere l'intero articolo:
http://www.corriere.it/cronache/10_luglio_31/strage-bologna-prefetto_9a6118c4-9c9f-11df-80c5-00144f02aabe.shtml

Admin
Admin

Messaggi : 786
Data d'iscrizione : 10.07.09

Vedi il profilo dell'utente http://vivaibidelli.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

30 anni fa a Bologna: la mia esperienza

Messaggio  Admin il Dom Ago 01, 2010 5:36 pm

Tutti gli italiani sensibili sono ancora scossi da quell'evento mostruoso, anche se sono passati tre decenni. Quelli che vivevano in quel tempo a Bologna, sono ancora più turbati. Io fui, e permango quasi traumatizzato. Non tanto per lo spavento che provai, per essere io stesso transitato per la stazione in anticipo di ore rispetto allì'esplosione, ma soprattutto per aver perso un amico, che ci lasciò la vita. Era SERGIO SECCI, il figlio di TORQUATO. Era mio compagno di vacanze al mare, passammo delle serate indimenticabili a divertirci assieme oppure a discutere appassionatamente, a volte polemicamente, di cose molto più grandi di noi. Sergio era un grande, per l'ingegno ma soprattutto per i sentimenti e l'impegno nel sociale.

La sua fine fu nobilissima, quasi eroica: dopo che i medici gli avevano amputato diverse parti del corpo, nel disperato tentativo di salvare almeno la sua vita (intesa come sopravvivenza), rendendo così mostruoso un giovane che era stato alquanto bello, Sergio, che non poteva parlare, prima di morire riuscì a trasmettere con il battito delle palpebre il seguente concetto: "avvisate mio padre, non mia madre, perchè mio padre è più forte". E Torquato era un uomo forte veramente, ma a nulla valse il suo combattimento leonino per rendere giustizia al figlio. Sia pace ad entrambi, onore alla memoria di entrambi.
In seguito, due commenti di uomini di Chiesa si impressero nella mia memoria indelebilmente: dopo diversi anni, il cardinale Giacomo Biffi espresse l'unica delle sue esternazioni con la quale mi trovai di slancio concorde:"se anche gli autori di questo crimine continueranno a sfuggire alla giustizia umana, non potranno sfuggire alla Giustizia Divina" (così disse più o meno). A caldo, un umile frate aveva rimproverato la popolazione bolognese, la quale era stata straordinaria nell' opera di soccorso e di sostegno, ma non era riuscita a pronunciare una frase di questo tipo: "Amo quelli che mettono la bomba, nel momento in cui la mettono". NON PERCHé MERITEVOLI DI AMORE, MA PERCHé BISOGNOSI. Quest'ultimo motivo è stato qui trattato in un topic sul perdono: http://vivaibidelli.forumattivo.com/viva-i-bidelli-gli-altri-sono-i-belli-e-noi-siamo-i-bidelli-f1/qualche-spunto-sull-amore-e-sul-perdono-t22.htm

Admin
Admin

Messaggi : 786
Data d'iscrizione : 10.07.09

Vedi il profilo dell'utente http://vivaibidelli.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Strage di Bologna, trentennale senza ministri

Messaggio  Bianca il Dom Ago 01, 2010 8:46 pm

Sai Admin credo che siano anni che la memoria delle vittime delle stragi venga presa a schiaffi.
Esattamente 14 anni fa, il primo agosto del 1996, alla vigilia del sedicesimo anniversario di quella strage, il tribunale militare di Roma, dichiarò di non doversi procedere a carico di Erich PRIEBKE essendo il reato a lui imputato, cioè la strage delle FOSSE ARDEATINE, estintosi per intervenuta prescrizione.
Poi doverosamente, altri provvedimenti giudiziari impedirono quell'ennesima offesa alla memoria delle vittime e al dolore dei loro congiunti.

Ricordo quella sera, il primo agosto. Ero al mare con degli amici e provai un enorme disagio a sentire la musica che proveniva dalla vicina festa dell'Unità.
Ma come? alla vigilia della strage di Bologna esce una sentenza del genere e qua si fanno canti e balli?
Ci sarebbe stato da sospendere tutto, da fare un dibattito, da chiamare sul palco non l'orchestra, ma i vecchi testimoni della Resistenza, coloro che avevano sperimentato la guerra, l'orrore del nazismo.
Altro che canti, balli e bomboloni!

Non abbiamo perso la nostra democrazia con l'ultimo governo o perchè abbiamo un presidente del consiglio cattivo: l'abbia persa quando abbiamo smesso d'indignarci, di protestare, quando abbiamo accettato schiavi e schiave nelle nostre città, in mezzo a noi, ma soprattutto quando ci siamo accontentati disperare in una classe politica che fosse meno peggio di un'altra.

Bianca

Messaggi : 179
Data d'iscrizione : 30.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Strage di Bologna, trentennale senza ministri

Messaggio  Roxy il Lun Ago 02, 2010 8:56 am




Sono passati 30 anni ma, dentro di noi, il ricordo è più forte che mai
2 Agosto 1980, ore 10:25

Roxy

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 21.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Strage di Bologna

Messaggio  Patty B. il Lun Ago 02, 2010 4:57 pm

Il 2 agosto 1980 fu commesso uno dei più gravi atti degli ultimi 30 anni, comunque mi trovo concorde con Biffi: per noi buddisti si chiama l'inesorabile "Legge di causa ed effetto" quindi è chiaro che comunque chi ha commesso una tale strage che non esistono termini per definirla, finirà nell'inferno di incessante sofferenza e pagherà. Sono vicina a tutte le famiglie che sono state coinvolte in questa brutta esperienza e, di conseguenza alla mia cara città. Patty

Patty B.

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 17.01.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Al corteo ''per non dimenticare'' anche Agnese Moro, la figlia di Aldo.

Messaggio  Admin il Lun Ago 02, 2010 11:34 pm



Al corteo ''per non dimenticare'' anche Agnese Moro, la figlia di Aldo ucciso dalle Brigate Rosse insieme a 85 persone con al collo di ciascuna un cartello con il nome di una delle 85 vittime.



http://notizie.it.msn.com/approfondimento/articolo.aspx?cp-documentid=154280349

Admin
Admin

Messaggi : 786
Data d'iscrizione : 10.07.09

Vedi il profilo dell'utente http://vivaibidelli.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: Strage di Bologna, trentennale senza ministri

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum