...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  jomen il Lun Lug 19, 2010 4:24 pm

Gironzolando in Internet, mi sono imbattuto in un sito singolare: quello dei Transumanisti. Si tratta di persone che propugnano l’uso dell’ingegneria genetica per eliminare l’invecchiamento ed assicurare agli Umani una vita eterna. Ma non quella delle anime nell’Aldilà: quella dei corpicciuoli nell’aldiqua…

È un tema stuzzicante: quale sarebbe la giusta durata della vita, quella che ci consentirebbe di andarcene da questo mondo sazi delle esperienze vissute, delle gioie godute, e delle botte ricevute?
I pareri sull’argomento sono assai difformi. Da un lato, i Transumanisti che ritengono che non basta mai. Dall’altro lato, coloro che sostengono che le effimere – un gruppo di insetti dalla vita generalmente lunga un solo giorno – verso sera ne hanno già le palle piene.
Difficile trovare una mediazione tra posizioni tanto discordi….

Come spesso accade, le prese di posizione estreme si prestano a facili critiche.
Ai Transumanisti, è facile obiettare che, in un mondo con cento miliardi di persone, il costo degli affitti salirebbe alle stelle.
Alle effimere, è facile obiettare che un po’ di spirito di sopportazione e di speranza nel futuro non guasta mai.

Personalmente, trovo che la giusta durata della vita, quella che basta per suggere tutto quanto essa può dare, si aggira sul millennio. Quante cose interessanti avrei visto negli ultimi mille anni…. Anche se, per dire la verità, a quel punto, perdere l’occasione di conoscere Carlo Magno per soli duecento anni, mi avrebbe disturbato un po’….

Qualcun altro ha delle richieste in proposito?

N. B.: Mi sono permesso di scherzare sulle tesi dei Transumanisti; di cui tuttavia apprezzo la complessità del pensiero, che non si limita certo alla affermazione della utilità della ingegneria genetica. Trovo i loro programmi discutibili ma interessanti. Questo post è un modo un po’ scanzonato ma bene intenzionato per segnalare la loro esistenza, ed invitare i lettori ad approfondire la conoscenza delle loro stimolanti idee.


Ultima modifica di jomen il Mar Lug 20, 2010 10:34 pm, modificato 2 volte

jomen

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 13.05.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  lolla79 il Mar Lug 20, 2010 1:45 pm

ebbene si può avere qualche link interessante per spiarli?

lolla79

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 17.07.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  jomen il Mar Lug 20, 2010 9:32 pm

lolla79 ha scritto:ebbene si può avere qualche link interessante per spiarli?

Ma certamente, cara Lolla. Tutti quelli che seguono sono siti che parlano di Transumanesimo:
www.it.wikipedia.org/wiki/Transumanesimo
www.transumanisti.it
www.transumanisti.org
www.estropico.org
www.tecnoumanisti.org
www.transumanisti.wordpress.com
www.fainotizia.it/2007/11/10/allarmi-siam-transumanisti-cosa-sta-succedendo-allassociazione-italiana-transumanisti

Oltre a tutti questi, mi permetto di segnalarti un sito di speciale interesse, veramente imperdibile. Una cosa per palati fini: www.vivaibidelli.forumattivo.com




jomen

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 13.05.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  lolla79 il Gio Lug 22, 2010 2:36 pm

ho fatto il test.
sono una tansumanista affraid

http://www.transumanisti.it/4.asp

io credo a quasi ogni punto..solo che gli do un'interpretazione diversa..



lolla79

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 17.07.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  jomen il Ven Lug 23, 2010 2:03 am

lolla79 ha scritto:ho fatto il test.
sono una tansumanista affraid

http://www.transumanisti.it/4.asp

io credo a quasi ogni punto..solo che gli do un'interpretazione diversa..



Anch'io ho fatto il test.
E anch'io risulterei essere un transumanista.... Naturalmente - viene da dire - perché si tratta in gran parte di domande retoriche.

Comunque, puoi dire due parole sulla "interpretazione diversa"?

jomen

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 13.05.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  lolla79 il Ven Lug 23, 2010 12:46 pm

certo.
ti esprimo ogni punto:
penso che si può 'aumentare' la propria coscenza, conoscenza di noi stessi e favorire meglio la nostra vita.

essere aperti è indispensabile per migliorarci ed evolverci

si, siamo noi uomini che custodiamo il divino nelle nostre scelte e pensieri

è indispensabile che la popolazione diventi più coscente della capacità di maturare al meglio le proprie capacità intellettive oltre che fisiche.

sono in disaccordo con chi vieta l'apertura dell'uomo verso nuove scoperte.

si, rispettare tutte le creature

il corpo si modifica in base al proprio carattere ed emozioni...studio fisiognomica e lo vedo ...e può cambiare in base ai cabiamenti di rotta di un'induividuo..c'è chi si opera e lo fa forse per riequilibrare la propria abitazione con la psiche..ognuno cerca la serenità per incarnarsi al meglio.

crescere centinaia di anni per me significa anche crescere di coscenza con un corpo ben alimentato..

io leggo libri e libri di persone che grazie al cielo hanno lasciato i loro pensieri sui libri, perchè io possa leggerli e crescere.

no, l'ultimo punto lo terrei in considerazione se conoscesi qualcuno incapace di curare l'amore per l'unione con il mondo e il patner..io devo vivere a lungo non programmare la vita dei figli.


io studio il campo energetico umano e anch'io adesso maturo un'esperienza più attenta al proprio corpo e pensiero.
credo che una persona che non consuma inutilmente l'energia vitale in azioni distruttive potrebbe vivere 'serenamente' mlto più a lungo e adattarsi ad un corpo che richiede più coscenza dei suoi bisogni.
oggi si tende a cercare rimedi esterni..ed ignorare il proprio potenziale.
penso che dei miglioramenti ci potrebbero essere




lolla79

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 17.07.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  jomen il Dom Lug 25, 2010 11:53 am

Vedo che hai risposto Si alle prime nove domande del test, e hai risposto negativamente alla decima domanda: quella sulla liceità della clonazione.

Io, non ho pareri consolidati sull’argomento, perché è un tema estremamente vasto e non ne colgo tutte le articolazioni e le implicazioni.
Al momento, però, mi sembra di potere dire questo: E’ assolutamente opportuno fare una distinzione di base tra “clonazione riproduttiva di esseri umani” e “clonazione a fini terapeutici”. Sempre tenendo presente che stiamo parlando di studi e ricerche in un territorio in cui le realizzazioni pratiche per ora sono limitate.

Per “clonazione riproduttiva di esseri umani” si intende la riproduzione di persone con il medesimo patrimonio genetico del genitore o della genitrice: in pratica, copie geneticamente e quindi somaticamente identiche al padre o alla madre. E’ il caso contemplato dalla decima domanda del test: “Dovrebbero i genitori avere il diritto di riprodursi attraverso la clonazione…?”.
Tralasciando le suggestioni negative offerteci dalla letteratura e dalla cinematografia, al riguardo (ricordi “I ragazzi venuti dal Brasile”?); viene da domandarsi cosa c’entra questo con il Transumanesimo.
Il Transumanesimo è un movimento culturale che sostiene l’uso delle scoperte scientifiche e tecnologiche al fine di migliorare la qualità della vita umana. Ma quale miglioramento della qualità della vita umana può venire dal fatto che possiamo riprodurre un certo numero di copie di noi stessi? Mi sembra:
a) Un mentire a sé stessi, perché la sopravvivenza di esseri geneticamente identici a noi non ci salverà dalla morte;
b) Un inutile narcisismo; perché il mondo, dopo averci ospitato in un singolo esemplare, non ha affatto bisogno di ospitarci in una dozzina di copie. Dopo la nostra scomparsa, può fare benissimo a meno della nostra preziosa presenza;
c) Un contrastare le Leggi di Natura. La Natura, per potere creare organismi complessi, ha scelto la riproduzione sessuata; perché questa comporta il rimescolamento dei geni e, attraverso le mutazioni, facilita l’evoluzione. La clonazione riproduttiva si oppone a questo principio, e quindi è regressiva.

Completamente diverso è il caso della “clonazione a fini terapeutici”. Ma evito di addentrarmi in questo campo, per la complessità dei problemi scientifici ed etici che coinvolge.

Però, se qualcuno competente in materia o comunque desideroso di dare il proprio contributo; vorrà aggiungere qualcosa a quanto ho scritto, oppure correggermi, sarà ben gradito.

jomen

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 13.05.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Immortalità: che noia!

Messaggio  Patty B. il Lun Lug 26, 2010 4:43 pm

Il mio parere conta molto poco in quanto non sono molto erudita in materia, ma il mio misero commento è questo: tutti abbiamo un'enorme paura di morire e soprattutto NON VOGLIAMO MORIRE, ma purtroppo la morte fa parte del ciclo della nostra vita eterna dall'infinito passato. Shakyamuni ottenne l'illuminazione sotto un albero di pipal (chiamato in seguito albero della bodhi) proprio grazie al fatto di cercare di risolvere le quattro sofferenze della vita e cioè: nascita, vecchiaia, malattia e morte. Queste quattro sofferenze nella teoria buddista si possono trasformare nelle quattro virtù del Budda: eternità, felicità vero io e purezza, quindi, bisognerebbe vivere al meglio questa vita assaporandone ogni attimo per avere una mente salda e corretta al momento della morte, non cercare espedienti per rimanere giovani e immortali, non servirebbe secondo me a nulla, trasformando invece il nostro karma negativo possiamo arrivare alla condizione di eternità, perchè comunque la nostra vita (che ci si creda oppure no) è eterna. Per quanto riguarda la clonazione per me è la cosa più aberrante che ci possa essere. Patty B.

Patty B.

Messaggi : 78
Data d'iscrizione : 17.01.10

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  Admin il Mar Lug 27, 2010 11:43 pm

L'Espresso - 16/04/2009


Giuseppe Granieri:


"................. Il movimento ha dei riferimenti culturali che vanno da Aldous Huxley (inventore della parola “transumanesimo”) allo scrittore francese Michel Houellebecq, che teorizza la generazione di una nuova umanità emancipata dalla sofferenza nel suo libro più noto, “Le particelle elementari”......................"


Questo movimento io lo conosco solo indirettamente, dal nostro Jomen e dal grande Houellebecq. Ma è abbatanza grande l'orrore che mi suscita, per non voler approfondire. Paradossalmente, però, la lettura del capolavoro "Le particelle elementari" è stata per me un'esperienza elettrizzante, mi ha perturbato e commosso, e lasciato un segno forse indelebile come mai un altro romanzo era riuscito a fare da quando sono adulto. Un libro durissimo, ma grandissimo.



Admin
Admin

Messaggi : 782
Data d'iscrizione : 10.07.09

Vedere il profilo dell'utente http://vivaibidelli.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Re: ...E adesso, anche l'immortalità: che noia...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum